VIESTE

Vieste – Foggia – Gargano – Puglia – Italia

Localita’ > Vieste

VIESTE GARGANO UNA DELLE SPIAGGE PREFERITE IN ITALIA

Cerca
Hotels, Alberghi, Residences, Villaggi Turistici, Bed and Breakfast, Campeggi, Case e Appartamenti, Agriturismo

VIESTE

Per anni, Vieste è stata un villaggio di pescatori come tanti, ma oggi è una nota meta di mare.

Il suo mare, limpido e cristallino, è perfetto per concedersi lunghe nuotate e piacevoli gite in barca.

Non dimenticatevi di visitare lo splendido castello e la cattedrale.

Non perdetevi la spiaggia Oasi Beach

Per godervi Vieste al massimo, preparate un cesto da picnic e chiedete alla gente del posto di indicarvi le migliori baie nascoste.

Oppure scegliete uno dei nostri tour ed escursioni a Vieste e nei dintorni.

Vieste

VIESTE: Uno dei posti più belli del Gargano

E’ la città più orientale del promontorio del Gargano, delimitata da due lunghe spiagge sabbiose, ed è meta ambita dei turisti provenienti da tutte le parti d’Europa.

Nella parte piana della penisoletta si estende il quartiere ottocentesco e moderno, mentre sul dosso roccioso è arroccato il pittoresco centro storico, tipico del periodo medievale, caratterizzato da strade strette e non allineate, le cui abitazioni con le tipiche scalinate esterne (mignali) sono unite di tanto in tanto da esili archi di contrafforte.

Vieste

Vieste, una prua tra le onde

Questa citta’, senza dubbio una delle piu’ antiche della Daunia, si trova giusto al centro di una meravigliosa zona litoranea che si estende per oltre 30 chilometri in un fantastico susseguirsi di scorci tra i piu’ suggestivi di tutto il Mediterraneo : dalle larghe e lunghe spiagge di sabbia dorata alla costa alta e rocciosa, intaccata, qua e la’, da piccole insenature che ospitano bianchi arenali, mentre, altrove, l’erosione marina ha dato luogo a grotte pittoresche.

Il borgo antico di Vieste si spinge nel mare azzurro su di una aguzza penisola, la cui estremita’ e’ occupata dalla Chiesa di San Francesco.

Gli Hotels a Vieste si possono trovare vicino al centro abitato e numerosissimi Hotel prospicienti la lunga spiaggia ai piedi del centro abitato lungo la strada che porta a Mattinata e Manfredonia.

Notizie e informazioni per conoscere VIESTE

Vieste e’ il comune situato nella parte piu’ ad est del promontorio del Gargano.

Paese turistico di molti colori.

L’azzurro vivo delle acque: cosi’ pulite e limpide da meritare per piu’ anni il premio “Bandiera Blu”.

Baie e grotte, ulivi e mandorleti, pini d’Aleppo e boschi di quercia e faggio.

E poi, naturalmente, tanto mare da godere in quasi sei mesi e tanti scorci di paese.

Vieste ovviamente non sta tutta qui, ma come riassumere i tratti caratteristici che la natura e l’uomo hanno costruito nei secoli se non e’ cosi’?

Questa citta’ , senza dubbio, una delle piu’ antiche della Daunia, si trova giusto al centro di una meravigliosa zona litoranea che si estende per oltre 30 Km in un fantastico susseguirsi di scorci tra i piu’ suggestivi di tutto il Mediterraneo : dalle larghe e lunghe spiagge di sabbia dorata alla costa alta e rocciosa, intaccata, qua e la’, da piccole insenature che ospitano bianchi arenili, mentre, altrove, l’erosione marina ha dato luogo a grotte pittoresche.

Nomi come ” Baia dei Campi”, ” Cala Sanguinaria” , ” Baia di Vignanotica” hanno reso Vieste celebre in tutto il mondo.

Il verde: colore che ricopre interamente il Parco Nazionale del Gargano, luogo dove il tempo sembra fermato all’origine dei tempi, con la sua fitta vegetazione.

Il dorato: grazie alle sue spiagge di rara bellezza, di sabbia fine ma gentile, che possono accogliere i turisti amanti della tintarella.

E così si passa dai tanti colori ai mille profumi della macchia mediterranea.

E per il turista che ama andare in vacanza per divertirsi e per conoscere nuova gente, non deve far altro che tuffarsi nella folla.

Per chi preferisce una vacanza all’insegna del relax, si consiglia Vieste.

L’erosione del mare e dei venti ha staccato dalla massa rocciosa della costa di questo paese un gigantesco monolito di venti metri, l’ormai famosissimo Pizzomunno.

Lo scoglio di ” Pizzomunno” e’ una solitaria sagoma coniforme puntata verso il cielo come un ciclopico monolite, che sembra segnare un limite misterioso, scrive Elsa Raimondi , la poetessa del Gargano.

Pizzomunno Vieste

Dall’alta parete di roccia, immediatamente a sud del centro abitato, si apre la spiaggia del castello, oltre la quale si trova il faraglione di Pizzomunno, monolito bianco alto 26 metri attorno al quale si racconta una struggente leggenda: secondo il mito, Pizzomunno era un giovane pescatore che si innamorò di una ragazza, uccisa dalle sirene gelose.

Il dolore per la perdita dell’amata fu talmente intenso da pietrificare il povero giovane che ogni cento anni, in una notte di luna piena, riacquista le sembianze umane per tornare ad amare la sua diletta fino all’alba.

Vieste ha un aspetto affascinante e di gusto tipicamente mediterraneo.

Mare limpido, candidi di arenili, paesaggi fascinosi di storia e di arte, il mistero di antichi ordigni da pesca, moderne attrezzature turistiche : ecco le allettanti attrative di Vieste.

Nella costa garganica che va verso Peschici , una quieta singolare aleggia su quelle rive e scogliere, sui piccoli promontori, sulle esigue pianure.

Numerosi eventi storici hanno avuto il loro teatro in un complesso architettonico quanto mai suggestivo: il borgo medievale con bianche case disposte ai lati dei vicoli e delle piazzette; poco lontano il castello, oggi sede della marina mercantile e la Basilica dell’undicesimo secolo.

Da visitare, un museo insolito, quello malacologico, con conchiglie da tutto il mondo e in particolare quelle tipiche del Gargano.

La Cattedrale

Vieste, importante centro turistico del Gargano, è tra le città più antiche della Daunia.

Gli storici, che la identificano con l’antica Apeneste (anche se in zona si scorgono i resti di un’altra antica città, Merinum), ne datano il primo nucleo all’epoca romana, periodo in cui in onore della dea Vesta prese l’attuale nome.

Due visite interessanti sono quelle al Museo Civico, che raccoglie alcuni corredi funerari rinvenuti nella vicina necropoli di San Salvatore, databili tra il IV e il I secolo a.C., ed al Museo malacologico, che raccoglie 11.500 esemplari, provenienti da ogni mare del nostro pianeta.

Nella parte più alta del paese vi è il Castello, risalente al periodo normanno svevo, ma forse di origini più remote; poco distante sorge la Cattedrale, uno dei più antichi esempi di architettura pugliese dell’XI secolo, mentre, nel cuore del centro storico di Vieste si trova la “chiang amer” (ossia pietra amara): la tradizione popolare vuole che nel 1554 durante il saccheggio di Dragut Rais, ammiraglio della flotta ottomana di Maometto II, gli inabili e i vecchi che non potevano essere trasportati e venduti come schiavi furono uccisi su di una roccia che successivamente prese il nome di “chiang amer”.

Il Castello

Il litorale nei dintorni di Vieste è ricco di splendide spiagge dalla sabbia dorata e di anfratti rocciosi, interessanti non solo per il fascino naturalistico, ma anche per le testimonianze storiche che conservano gelosamente.

La citta’ di Vieste si estende tra le spiagge sabbiose di San Lorenzo a ponente, e del Castello al sud.
La spiaggia Marina piccola ha dirimpetto lo scoglio di Sant’Eufemia con il Faro, importante per le rotte del basso Adriatico.

Nella parte alta della citta’, il Castello di Federico II in bellissima posizione panoramica.

Dai suoi spalti sono visibili ad Ovest le Isole Tremiti e ad est la costa Dalmata.

Poco piu’ giu’ c’e’ la Cattedrale che conserva alcuni elementi romanici e che sorge sui resti di un tempio pagano.

Possente il campanile barocco.

Vieste – scrive Riccardo Bacchelli in « Italia per terra e per mare » – si adagia sopra il declino di uno scoglio nel mare, bianca, moresca e marina, simile ad una bella creatura spossata voluttuosamente dal bagno, che si sia sdraiata sul letto dello scoglio per prendere il sole facendosi baciare i piedi dal mare… ,

Grande è il fascino che la bianca Vieste « dal nome leggero e gentile come l’esitanza di un primo bacio socchiuso » esercita sull’anima e i sensi di chi la visita e vi soggiorna, sia egli un poeta, sia un semplice turista.

Vieste si leva sul punto più orientale del Gargano tra due spiagge falcate.

Il panorama della cittadina, visto dal mare, pare singolarmente adatto alla natura che la circonda: le case bianche e strette si appoggiano l’una all’altra, in file qua e là interrotte da vicoli a scale, spesso sormontati da archi fioriti, e da minuscole piazzette.

La cittadina e il promontorio su cui sorge sono dominati dal Castello, costruito da Federico II e fortificato da Carlo d’Angiò.

Gran parte dell’abitato si stende tra il castello e la piccola rada limitata dalla punta di San Felice, che si protende verso lo scoglio sul quale si erge la torre della Lanterna, e dalla punta di San Francesco sulla quale si staglia la sagoma della Chiesetta dedicata al Santo.

Sovrasta le bianche case la Cattedrale costruita su un tempio romano.

Vieste Gargano Puglia Italia

I TRABUCCHI

trabucchi sono strutture di legno utilizzate per pescare dalla costa, tipiche della zona che va dalla Puglia sino all’Abruzzo.

E’ facile vederli sulle coste rocciose e sulle punte un po’ sporgenti.

Il trabucco è composto da un piano in legno, sul quale spesso viene costruito un piccolo ripostiglio, dal quale si dipartono delle lunghe braccia (sempre in legno), alle estremità delle quali viene fissata una rete (di solito rotonda).

Al centro della rete, talvolta, si pone un’esca: un pesciolino della specie di quelli che si desidera pescare.

A determinate ore del giorno, la rete viene calata per mezzo di argani e, dopo alcune ore, viene salpata tramite gli stessi argani.

Tuttavia, al trabucco sono adattabili diversi tipi di rete, che si salpano anche tramite cime.

La lunghissima spiaggia e’ capeggiata dal monolite chiamato “Pizzomunno”.

E’ una spiaggia di sabbia fine con fondali dolcemente degradanti. Al di la’ di questa meravigliosa spiaggia sorgono numerosi Hotels, Residence, Campeggi, Villaggi turistici, alcuni dei quali localizzati un po’ all’interno del Lungomare Mattei , la strada che costeggia la spiaggia, ma sempre vicino non piu’ di una passeggiata per raggiungere il mare.

Oltre il Lungomare Mattei, dove la strada costiera affronta alcuni tornanti si incontrano altre piccole baie, immerse nella vegetazione mediterranea di pini d’aleppo ed altre essenze, con spiaggette incantevoli come per esempio la Baia San Felice, anche se quest’ultime si trovano un po’ distanti dal centro abitato, alcuni chilometri, e sono particolarmente adatte per godersi la vita di mare.

Baia San felice sulla litorea Vieste – Mattinata

Un’altra spiaggia da menzionare sulla strada litoranea da Vieste a Mattinata, distante qualche chilometro dal centro abitato, e’ Baia dei Campi, riconoscibile da un isolotto deserto che giace di fronte alla lunghissima spiaggia.

Isolotto della Baia dei Campi sulla litoranea Vieste – Mattinata

Le baie e le cale si susseguono nel proseguire lungo la strada per Mattinata facendo scoprire una costa meravigliosa per la presenza di grotte marine e spiagge da sogno, sino ad arrivare a Pugnochiuso , quasi ai limiti del comprensorio di Vieste.

La spiaggia di Pugnochiuso a Vieste sulla litoranea Vieste – Mattinata

Dall’altra parte del paese , sulla litoranea verso Peschici, sulla vecchia strada costiera sorgono anche da questo lato numerosissimi Hotels, Residences, Villaggi e Camping adiacenti numerosissime spiagge, spiaggette, cale e baie incantevoli che si susseguono sino a Peschici.

Spiaggia sulla litoranea Vieste – Peschici

Scegliere l’Hotel e il Residences adatto e’ una questione di inclinazioni.

Nel centro abitato si vive la vita del paese e anche si gode della movida viestana, densa di spettacoli, attrazioni, manifestazioni e viste incantevoli.

Scegliere un Hotels o un Residences lontani dal centro abitato significa immergersi nella natura e godere appieno delle bellezze della natura del Gargano, del suo mare e delle sue spiagge magnifiche.

Occorre, pero’, fare vita di villaggio , godendo delle varie animazioni e attivita’ che si praticano nei villaggi turistici, perche’, soprattutto nei periodi di piena stagione non sempre e’ agevole spostarsi in paese a causa del traffico e della mancanza di parcheggi nei momenti di punta.

Soggiornare nelle campagne viestane e negli agriturismi di Vieste a qualche chilometro dal litorale fa connotare una vacanza all’ insegna della natura e della cucina tipica viestana e garganica.

Vieste , una natura incontaminata, dove l’erosione del mare e dei venti ha creato grotte stupende e baie di indescrivibile bellezza, che costituiscono un susseguirsi di inestimabili tesori: Baia S. Felice e il celebre “Architiello”, la Baia di Pugnochiuso , Baia di CampiVignanotica hanno reso Vieste famosa in tutto il mondo.

La campagna e l’entroterra viestano hanno un fascino particolare e sono molte le cose di cui godere in posti meno turistici, ma piu’ tranquilli e piu’ “veri”, lontani dal frastuono delle orde vacanziere.

Da visitare a Vieste :

• Insediamenti preistorici nelle grotte vicine;

• Merinum con l’omonima chiesa;

• La Cattedrale;

• Il Castello ;

• Il centro storico;

• Museo Archeologico;

• Giro dei trabucchi

Feste e sagre a Vieste

• 22 aprile: Sagra della frittata

• 23 aprile: processione di San Giorgio, con corsa di cavalli sulla spiaggia antistante il castello

• 9 maggio: Festa della Madonna di Merino, patrona di Vieste

• Giugno-settembre: Viestestate, manifestazioni artistiche di vario genere: cinema, teatro, musica

• Agosto: sagra del pesce azzurro

OASI “LA SALATA” DI VIESTE, FAMOSA IN TUTTO IL MONDO

Oasi naturalistico-archeologica “La Salata”, un antichissimo sito archeologico recuperato nel 1997 dai volontari del WWF di Vieste.

Costituito da oltre 300 tombe scavate interamente nella roccia, in grotte naturali, il complesso cimiteriale paleocristiano del III-IV sec. d.C., è costituito da tombe terragne, parietali, ad arcosolio e da un unico e raro esempio di tomba a baldacchino.

Ma la sua bellezza non è solo di natura archeologica.

La necropoli, che si estende su un’area di 6000 mq, è immersa in un suggestivo scenario naturale fatto di macchia mediterranea e due sorgenti carsiche, all’interno delle quali vivono indisturbate tartarughe, anguille e rane.

Qualche anno fa il programma GEO&GEO le dedicò una puntata, approfondendo il fenomeno del carsismo presente nel sito; l’anno scorso anche “Linea Blu” si occupò dell’Oasi di Vieste.

La celebre guida “Lonely Planet”, nell’edizione 2008, ha inserito “La Salata” tra i posti più affascinanti da visitare.

La Necropoli è situata sulla litoranea Vieste- Peschici (S.P. n° 52) al km 7,3 accanto all’Hotel – Villaggio Il Gabbiano”.

Appena giunti nei pressi del villaggio Baia dei Lombardi, parcheggiare e proseguire a piedi lungo la stradina che conduce all’Hotel Gabbiano Beach.

L’ingresso dell’Oasi è adiacente al cancello dell’Hotel Gabbiano.

Da visitare, un museo insolito, quello malacologico, con conchiglie da tutto il mondo e in particolare quelle tipiche del Gargano.

Da Vieste e’ possibile fare diverse escursioni sia alle Isole Tremiti sia in visita alle grotte marine e alla costa garganica.

Per le escursioni e i consigli di viaggio Vi consigliamo di visitare la nostra rubrica sulle escursioni sul Gargano.

Lo staff di hotels Gargano vi potra’ dare utili consigli e organizzarvi in tutto o in parte la vostra permanenza a Vieste e nel Gargano.

Altri links consigliati sono i seguenti :

Il sito ufficiale del Comune di Vieste

La Voce di Vieste, news e informazioni su Vieste

Webcam a Vieste

Viaggiare in Puglia, portale turistico della Regione Puglia

Escursioni a Vieste

Spedizione fiori a Vieste

come arrivare

Scegli il Gargano che vuoi tu!

con hotelsgargano.it